Biomeccanica dell'ATM

L’ATM è un’articolazione estremamente complessa. Il fatto che ci siano due ATM connesse dallo stesso osso (la mandibola) complica ulteriormente la funzione dell’intero sistema masticatorio.

Anche se ogni articolazione può simultaneamente eseguire azioni differenti, nessuna delle due agisce senza influenzare l’altra.

Una buona comprensione della biomeccanica dell’ATM è essenziale e basilare per studiare le funzioni e disfunzioni del sistema masticatorio.

l’ATM è un’articolazione composta. Le sue strutture e funzioni possono dividersi in due distinti sistemi:

1. Un sistema articolare comprendente i tessuti che circondano la cavità sinoviale inferiore (cioè condilo e disco articolare). Poiché il disco è strettamente legato al condilo dai legamenti mediale e laterale, l’unico movimento fisiologico che si verifica tra queste superfici è la rotazione del disco sulla faccia articolare del condilo. Il disco nella sua interazione col condilo è detta complesso condilo-discale; questo sistema articolare è responsabile dei movimenti di rotazione dell’ATM.

2. Il secondo sistema è composto dal complesso condilo-discale funzionante contro la superficie della fossa mandibolare. Poiché il disco non è strettamente connesso alla fossa articolare, lo scorrimento libero è possibile tra questi attraverso la cavità superiore. Questo movimento avviene quando la mandibola si muove in avanti (riferito a una traslazione). La traslazione avviene nella cavità superiore tra la superficie superiore del disco e la fossa mandibolare. Così, il disco agisce come un osso non ossificato contribuendo a entrambi i sistemi comuni (questa funzione discale giustifica la classificazione dell’ATM come una vera articolazione composta).

Durante la traslazione, la combinazione della morfologia discale con la pressione intrarticolare, mantiene il condilo nella zona intermedia e il disco è costretto a traslare in avanti con il condilo.

La morfologia del disco perciò è estremamente importante nel mantenimento della posizione corretta durante la funzione. L’esatta morfologia più la pressione intrarticolare compongono un’importante caratteristica di auto-posizionamento del disco.

Solamente quando la morfologia del disco è stata alterata notevolmente, la biomeccanica dell’articolazione si altera e iniziano i segni disfunzionali 

 

Hai altre domande?

Contattateci direttamente al numero +39 06 86891590+39 06 86891590.

Prossimo evento

Bilbao (Spain)

26.27 October 2017


Chiama

E-mail

Come arrivare