Quando le linee del viso raccontano un disordine temporo mandibolare

di Valerio Palmerini

 

Tratto dal Libro "Clinica Visuoposturale" 2019, ed. MedicalBooks

PARTE II

SITUAZIONE 2:

PRESENTAZIONE DI LINEE OBLIQUE E DIVERGENTI

Possibile disfunzione primaria mandibolare / occlusale

Un evidente disparallelismo delle linee può indicare che è possibile trovarsi di fronte a un paziente con asimmetria facciale verticale. Le asimmetrie facciali sono un eterogeneo gruppo di alterazioni che presentano una componente per difetto o per eccesso, sagittale verticale o miste, monolaterale o bilaterale, in crescita o in età stabilizzata (cfr. tabella 1). La diagnosi di malformazione maxillofacciale scaturisce dalla valutazione dell’esame obiettivo correlato alle indagini strumentali[11].

Dal punto di vista eziopatogenetico, le alterazioni dello sviluppo verticale interessano primitivamente il mascellare superiore, mentre la mandibola viene alterata di riflesso. La posizione spaziale del mascellare superiore è infatti di fondamentale importanza nell’equilibrio facciale perché la sua posizione determina uno spostamento sagittale della mandibola.

Infatti, la mandibola, osso mobile, può ruotare attorno all’appoggio condilare.

Il movimento di rotazione termina nell’occlusione, la cui posizione è determinata compleL’eccesso di sviluppo verticale del mascellare superiore, che interessa la regione posteriore, determina una rotazione in senso orario della mandibola favorendo così la formazione di un morso aperto anteriore. In tal modo risulterà aumentata l’altezza facciale anteriore (sindrome da “faccia lunga”). I difetti di sviluppo in senso verticale, che interessano il mascellare in toto, determinano invece la cosiddetta sindrome da faccia corta. La distanza del mascellare superiore rispetto alla base cranica, risulta ridotta e consente una rotazione antioraria della mandibola. In tal caso è frequente osservare dei rapporti occlusali di terza classe senza morso aperto[11].

 

La mandibola può comunque essere interessata singolarmente da alterazioni in senso trasversale, più frequentemente monolateralmente. Le diverse condizioni anatomiche hanno permesso l’identificazione di tre diversi quadri patologici per ipersviluppo monolaterale della mandibola[10,11]

ROMA

Lungotevere Pietra Papa 21

065561393

MILANO

Via Paolo Lomazzo 5

023451464

 

MAIL

info@valeriopalmerini.com


Chiama

E-mail

Come arrivare